leNOTIZIE

Conto alla rovescia per il reset della piattaforma per il bilancio sociale

Conto alla rovescia per il reset della piattaforma per il bilancio sociale

Confcooperative ha il primo database in Italia di questo tipo, il triennio 2020-2022 registra 7132 Bilanci Sociali

Categorie: Primo piano, Immagini rappresentanza, Dalla federazione Tags: #platform; #socialimpact; #bilanciosociale

A partire dal primo gennaio 2024 tutte le cooperative dovranno rinnovare le proprie credenziali sulla piattaforma bilanciosociale.confcooperative.it e potranno così iniziare a lavorare sui nuovi bilanci.

La nostra piattaforma digitale è uno strumento gratuito per tutte le imprese associate, accessibile e sempre più strategico. È diventato infatti il primo database italiano sui bilanci sociali, in grado di raccogliere 7132 report compilati nel triennio 2020-2022.

Per rendere questo patrimonio sempre più a misura di impresa, Confcooperative Federsolidarietà avvierà un percorso di formazione rivolto a tutte le associate per aiutarle nel far crescere l’uso strategico dei bilanci sociali.

“È la prima volta che viene sistematizzata una quantità così importante di dati – afferma Stefano Granata – le nostre cooperative sociali hanno condiviso un sistema di rendicontazione comune che ci consente oggi di fare delle letture integrate e analisi raffinate sul loro valore aggiunto. Era noto che le cooperative sociali dessero un contributo allo sviluppo dei territori, adesso possiamo dire: dove, come, in che intensità!”

“Dai primi dati emerge che 2 cooperative su 3 investono per migliorare la qualità e l’accessibilità dei servizi sanitari e assistenziali, raggiungendo 500 mila beneficiari” conclude Granata.

I dati dei bilanci sociali, aggregati grazie alla piattaforma, consentono di misurare, ad esempio, il coinvolgimento crescente di tutti gli stakeholder nei processi di decisione, indicatori fondamentali per dimostrare che l’assistenza è costruita insieme alle persone e ai territori in cui si sviluppa, attraverso il coinvolgimento degli utenti e dei loro familiari, delle associazioni, degli enti locali, delle reti di impresa.

Foto di Towfiqu barbhuiya su Unsplash

inAGENDA